mercoledì 15 ottobre 2008

E' un nostro abbaglio, o manca una certa città

Nasce il club città del bike sharing. Vi sono città che il bike-sharing ancora non ce l'hanno, mentre Roma...

Il Club Città del Bike Sharing nasce ufficialmente venerdì 17 ottobre, è da qualche mese che il Comitato promotore lavora per far aderire quante più realtà possibili. Ecco quali sono i suoi scopi:
• Dar vita ad un gruppo di realtà urbane impegnate nella promozione del bike sharing• Integrare le esperienze di Bike Sharing già avviate, nell’ambito delle politiche locali per la mobilità sostenibile, attraverso un programma nazionale per l’attuazione di progetti di Bike Sharing, intesi come servizi di TPL ad uso individuale.
• Promuovere l’attivazione di servizi di Bike Sharing sul territorio nazionale e la loro diffusione e promozione presso gli utenti finali.
• Promuovere la ricerca, diffondendo le conoscenze e le pratiche nel campo del Bike Sharing attraverso specifiche iniziative e la partecipazione a progetti nazionali ed europei a favore degli Enti aderenti.
• Dare assistenza agli Enti aderenti per l’avvio o l’ampliamento di servizi di Bike Sharing.
• Impegnarsi nella ricerca delle risorse finanziarie necessarie per sostenere le attività del CCBS e l’allargamento dei servizi di Bike Sharing ad altre realtà territoriali.
• Promuovere l’adesione al CCBS degli enti locali interessati.

La firma dei Comuni aderenti - Firenze, Bari, Verona, Brescia, Modena, Prato, Parma, Pescara e Terni - viene apposta in occasione della terza edizione di MobilityTech il Forum internazionale sull’innovazione tecnologica per lo sviluppo della mobilità e del trasporto. Subito dopo la costituzione del Club si svolge il Primo Convegno Nazionale del Club delle Città per il bike sharing che vede come ospite principale Vincent Faye rappresentate del Club des Villes Cyclables di Parigi, realtà che conta più di 20.000 biciclette in bike sharing distribuite su 1.500 punti prelievo. Gli altri relatori del convegno sono Antonio Decaro Assessore alla Mobilità del Comune di Bari, Nicola Orto Assessore alla Mobilità del Comune di Brescia, Daniele Sitta Assessore alla Mobilità del Comune di Modena, Ing. Antonio Venditti Responsabile Sezione Mobilità Sostenibile del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed un rappresentante del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. (fonte eco delle città)

Nessun commento: