giovedì 24 dicembre 2009

A Torino il più bel regalo di Natale


A Roma non si riesce a capire che solo con il bike-sharing è possibile modificare le preferenze trasportistiche di una grande città, specie se questa grande città è orientata piuttosto verso l'auto e il motore a scoppio. Puoi costruire piste ciclabili a tonnellate. Puoi dedicare ettare e ettari di condominio allo zerovirgola dei condomini che posseggono la bicicletta e che la usano quotidianamente. Puoi costruire percorsi per il mare litiganto per decenni se farli a destra o a sinistra del Tevere, ma gli utilizzatori di biciclette resteranno una minoranza, degli amatori.
Nelle grandi città le biciclette debbono diventare dei mezzi pubblici e, qualcuno si offenderà, ma i mezzi pubblici non si posseggono: si usano quando servono, poi si lasciano ad altri. Come i taxi, come i tram, come gli autobus.
Dovunque lo stanno capendo e stanno correndo ai ripari. Dopo aver iniziato decisamente a trasfigurare Milano (ma ci pensate??), il bike-sharing sta arrivando a Torino con un grande progetto che prenderà avvio a giugno ed avrà il merito di accrescere, speriamo, la vergogna che i nostri amministratori dovranno provare ogni volta che metteranno il naso fuori da Roma. Iniziativa simpatica del bellissimo ToBike: gli abbonamenti sono in vendita già da ora per il più bel regalo di Natale che ci sia. Segnalatelo, con invidia, a tutti i vostri amici torinesi...

http://www.tobike.it/

3 commenti:

Anonimo ha detto...

A Torino sono in previsione più di 100 stazioni e i primi 30 min gratis ?! E a Roma con 25 stazioni pare che l'abbiano fatta diventare una capitale europea...Sono proprio degli sfigati, teroni !!

Anonimo ha detto...

Scusate,
va bene tutto.

ma voi come comitato cosa fate per sostenere il bike sharing romano??

Non avete iniziative, eventi, dimostrazioni o altro da supportare??

No per sapere..

Melony Fisher ha detto...


What's up, just wanted to say, I enjoyed this blog post. It was inspiring. Keep on posting! all of craigslist