martedì 2 febbraio 2010

Milano + 400%

Il bike-sharing milanese ha dato il meglio di se domenica scorsa: la città era interdetta alle auto e il BikeMi si è espresso in tutto il suo essere vera alternativa all'auto. +400% i prelievi di biciclette rispetto alla media domenicale. Intanto il comune meneghino conferma l'ampliamento della rete di stazioni con il lancio della fase2. Inizieranno nei prossimi mesi ad essere montate le nuove stazioni per raggiungere le 5mila biciclette. E' stato infatti trovato l'accordo per i costi e gli spazi pubblicitari da concedere al gestore: a Milano, insomma, si è capito che la pubblicità esterna è una risorsa dalla quale ricavare arredo urbano, servizi, denari da spendere a fini pubblici. A Roma, città in cui questo settore è governato dalla criminalità organizzata, si continuano a regalare spazi pubblicitari alla mafia in cambio di niente. In pochi mesi ci hanno rubato l'aria, il panorama, il cielo e la vista. E in cambio non ci hanno dato nulla.

2 commenti:

Alessandro ha detto...

Nonostante il freddo gelido oserei sottolineare!!!

Anonimo ha detto...

Pure a Milano

http://milano.corriere.it/media/foto/2010/02/05/sosta_1.jpg

Però lì la foto finisce sul Corriere della Sera, non sui blog