lunedì 19 luglio 2010

Non c'è due senza tre


E' talmente chiara, alle teste d'uovo dell'Agenzia per la Mobilità (ex Atac) che stupide non sono, la totale inutilità del sedicente attuale servizio di bike-sharing. L'hanno allargato ad Ostia ed han fatto una figura barbina. L'hanno allargato nel III Municipio ed hanno fatto una figura ancora peggio. Ora prima di allargarlo al Flaminio, ci pensano due volte e come biasimarli.
Mentre a Milano il servizio prospera ed a Torino inizia a pigliar piede, a Roma ci stiamo facendo ridere dietro da tutta Europa. Senza un vero perché...

3 commenti:

Anonimo ha detto...

E mentre noi siamo in questo stato, a Parigi Vélib ha pensato già ad un "servizio nel servizio"... praticamente romanticismo a due ruote :) !!
http://www.toolazytodoit.com/it/2010/07/bike-sharing-di-coppia-romanticismo-su-due-ruote.html

Anonimo ha detto...

ops.. il link:
http://www.toolazytodoit.com/it/2010/07/bike-sharing-di-coppia-romanticismo-su-due-ruote.html

Anonimo ha detto...

che scempio, che tristezza....ma secondo voi le autorità comunali hanno mai letto questo blog?? Se sì, perchè non smettono questa pagliacciata di servizio, e non iniziano a coinvolgere i ciclisti nei piani di sviluppo??