giovedì 6 ottobre 2011

L'unico bike-sharing in Europa con gli addetti che consigliano di non abbonarsi. E fanno bene

Salve sono un pendolare come molti altri. La mattina prendo il treno presto per arrivare al centro di Roma esattamente a piazza di Spagna, sappiamo benissimo in che condizioni versano le metro della capitale sa di "transumanza" andare a lavoro. Ieri parlando con dei colleghi avevo trovato una soluzione per evitare la bolgia di persone che trovo ogni mattina nella metro A: il bike-sharing. Un fulmine a ciel sereno. Oggi euforico per la bella idea dei miei colleghi mi sono recato alla biglietteria della fermata metro Spagna: una gentilissima operatrice mi dice: "le consiglio prima di firmare il contratto di accertarsi che ci siano le bici dove deve prenderle lei, visto che molti cittadini abbonati si stanno lamentando per la mancanza delle stesse", ringrazio l'operatrice e faccio un giro in zona, e guarda caso proprio come diceva lei, alle 9.30 di questa mattina i posteggi di piazza di Spagna, via della Scrofa e del Parlamento era totalmente vuoti... Mi sono chiesto allora funziona molto bene in molti cittadini sfruttano il servizio, ma poi sono capitato sul vostro sito e mi sono accorto che in realtà non è un servizio, ma un bel disservizio: non funziona per nulla! Siamo i soliti zimbelli d'Italia. Una delle poche cose buone che erano nate qui a Roma è durata meno del previsto!
A. T.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Io dopo averlo "utilizzato" per 3 mesi (1h30' in tutto!!!) sono andato in biglietteria e ho disdetto il contratto... devo far parte di un servizio che non esiste?!?!!? non mi andava proprio giù l'idea che il mio nome fosse uno dei tanti coi quali poi in campagna elettorale si riempiono la bocca!!!

Anonimo ha detto...

Quindi è possibile disdire il contratto. Ti restituiscono i soldi che rimangono nella tessera? A me veramente sembra incredibile che una cosa cosi accada nel 2011 in una grande capitale europea.

Anonimo ha detto...

Sulla mia tessera c'era rimasto pochissimo quindi non gliel'ho neanche chiesto...
La disdetta è esplicitamente prevista in una delle clausole del contratto.