mercoledì 31 ottobre 2012

Foto surreali. E' il bike sharing romano

Perché non spezzare una lancia a favore dell'efficienza e dei soldi ben spesi per il servizio del Bike sharing a Roma. In effetti si vede poco ma lì lontana lontana c'è una singola sparuta bicicletta ad ammuffire messa lì a ricordare che chi anche volesse utilizzare questo penoso servizio è impossibile. Inutile dirvi l'esperienza di utilizzo turistico e ordinario in una città come bordeaux ma potrebbe essere anche Valencia o Barcellona o Parigi o anche addirittura la nostrana Milano.
Vergogna vergogna vergogna e sempre vergogna a questa amministrazione che spende i soldi solo per riempire le tasche dei soliti sempre gli stessi amici e che si occupa sempre e solo della manutenzione straordinaria perché è quella che costa di più è quella che ingrassa di più gli amici ed è quella che ci rende i servizi costantemente peggiori e degradati quando ancora ci sono ed esistono.
Ultimo meraviglioso esempio l'emergenza maltempo di Cleopatra dove è stato un vanto dell'amministrazione Alemanno di dire che sono stati impiegati 1200 netturbini per fare una manutenzione ordinaria come quella della rimozione delle foglie Dai tombini pubblici e vantarsi che era stato un miracolo della prevenzione.

Luca DCM

1 commento:

Anonimo ha detto...

Anche ad Ostia di fronte all'Exdepo c'è da pochissimo una stazione di bike sharing, ma è senza bici. Nn mi risulta ci siano anche presso il municipio. Ce ne vorrebbero una decina nei seguenti punti: presso tutte le stazioni della roma lido, presso la sede del municipio, presso lo stadio, al curvone ed al porto turistico (solo per citarne alcuni di interesse locale). Ostia può essere girata anche a piedi da chi ha tempo da perdere, ma con la bici diverrebbe estremamente più vivibile per i residenti.