giovedì 11 novembre 2010

Per la serie "guardo Milano e mi vergogno d'esser Romano"


Clear Channel, società leader mondiale nella pubblicità esterna, da oltre 15 anni studia, implementa e migliora la funzionalità del Bike sharing in molte città del mondo. Il sistema è stato installato per la prima volta nel 1997 nella città di Rennes (Francia) ed è stato poi applicato a Stoccolma, Washington D.C., Saragozza, Barcellona e Città del Messico, solo per citarne alcune.

A maggio 2008 Clear Channel Jolly Pubblicità si è aggiudicata la gara pubblica di Bike sharing per la città di Milano, indetta dalla società di trasporto ATM su indicazione del Comune. La gara prevedeva un sistema complessivo di 5.000 bici e 250 stazioni.

Ad oggi è stata realizzata la prima fase del progetto: 103 stazioni da 24 stalli e circa 1.400 bici con una contropartita pubblicitaria di 206 impianti di formato europeo da 2 mq bifacciali retroilluminati con tecnologia scroller.

Dopo il grande successo ottenuto con questa prima fase, 40.000 abbonamenti tra annuali, settimanali e giornalieri e più di 1.500.000 prelievi complessivi, il Comune di Milano e la società ATM hanno deciso di dare il via alla seconda fase del servizio, commissionando a Clear Channel, gestore esclusivo di BikeMi, l’espansione del sistema.

Il nuovo accordo di ampliamento del progetto prevede ulteriori 100 nuove grandi stazioni da 33 stalli e 2.250 nuove biciclette. La contropartita prevede 2.926 mq di pubblicità, da suddividersi tra impianti pubblicitari retroilluminati prestigiosi ed appositamente studiati per la città di Milano di formato europeo da 2 mq e da 8 mq.

La durata del contratto è di 15 anni. La seconda fase prevede l'allargamento dell'area di utenza dalla Cerchia dei Bastioni fino alla Cerchia Filoviaria 90/91.
La prima stazione di questa nuova fase è stata installata in Piazzale Lodi ed è stata inaugurata mercoledì 10 novembre ore 10.15 alla presenza del Sindaco, Letizia Moratti, dell’Assessore con delega al Bike sharing, Maurizio Cadeo, del Presidente ATM, Elio Catania e del Dott. Giovanni Celentano, Amministratore Delegato Clear Channel.
Il servizio sarà completamente gestito da Clear Channel che curerà la manutenzione ordinaria e straordinaria, la regolazione delle stazioni, il Customer Care, la progettazione e l’installazione di nuove stazioni. Sarà attivo tutti i giorni dell'anno, dalle 7 del mattino con estensione fino alle 24 di notte.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

@redazione :guardate un pò se è il caso di aggioranre il blog...
:)

MOBILITA' SOSTENIBILE
Boris Johnson a Alemanno:
«Mettete più bici a Roma»
Il sindaco di Londra ad Alemanno:«Roma aumenti le bici in centro»

11:48 CRONACA Il primo cittadino di Londra Boris Johnson, in vacanze nell'Urbe, è un fan delle due ruote ecologiche. Sul Tamigi ha voluto 6 mila biciclette pubbliche (Roma ne ha circa 270) e trecento stazioni di noleggio: che funzionano di Luca ZaniniCommenta

* Luglio 2010: Londra lancia il bike sharing, Roma lo trascura

Anonimo ha detto...

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_novembre_21/boris-e-le-bici-roma-aumenti-due-ruote-1804214502581.shtml

Anonimo ha detto...

Il Sindaco di Londra ad Alemanno:

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_novembre_21/boris-e-le-bici-roma-aumenti-due-ruote-1804214502581.shtml

bb roma ha detto...

non ti lamentare ci sono molte città italiane che il bikesharing se lo sognano!